Area Riservata |

Riscriviamo tutti assieme le regole del nostro Paese

Siamo un Movimento per l'evoluzione e lo sviluppo del nostro Paese

Partecipa al cambiamento

 

Le Professioni per l'Italia è un movimento politico di professionisti e competenze eccellenti che si mette a disposizione del cittadino per portare al Governo i progetti per attivare l'Italia!

Le Professioni per l'Italia è un movimento politico

       -    apartitico, sostiene i partiti che presentano i progetti

       -    nazionale, presente con organizzazioni regionali

       -    nuovo, perchè non è legato al vecchio modo di fare politica

       -    innovativo nelle idee e negli strumenti

       -    concreto, perchè si basa su progetti concreti

       -    partecipativo al cambiamento e all'evoluzione del Paese

 

Ci rivolgiamo a tutti i cittadini per stimolarli e coinvolgerli. Affinchè possano essere loro la fucina delle idee del movimento

 

Partecipa al cambiamento ed all'evoluzione dell'Italia, non lasciare che altri scelgano per Te.


NOTIZIE

Attiviamoci per rilanciare i settori strategici del Paese

Oltre un centinaio di aderenti al movimento Le Professioni per l’Italia si sono dati appuntamento il 20 maggio al Centro Congressi dell’Unione Industriale di Torino, in occasione del convegno “Impresa e Professioni - Progetti e Proposte per rilanciare i settori strategici del Paese”, per discutere sulle 8 proposte d’azione “per attivare l'Italia”, lanciate dai promotori, da portare all’attenzione del Governo nazionale. Molto apprezzato l’intervento dell’Avv. Maurizio De Tilla, presidente di LPI, che ha ricordato con toni appassionati il ruolo fondamentale per il rilancio del sistema Paese delle “professioni” e, più in generale, della “classe media” imprenditoriale, portatrice di esperienze e competenze indispensabile per superare l’attuale crisi nazionale. Tra gli altri interventi, moderati dal giornalista-saggista Lorenzo Del Boca, da segnalare quello di Agostino Ghiglia, assessore alla Ricerca e Innovazione della Regione Piemonte che ha anche portato il saluto della Giunta regionale, dell'Avv. Mauro Ferrari, presidente Area Componentistica ANFIA, del consigliere del Ministro delle Infrastrutture Bartolomeo Giachino e dell’Ing. Pierluigi Biondi di Magneti Marelli. Applauditissimo l’intervento finale del Dott. Marco Petrone, presidente di TSP Association, che ha rimarcato la necessità storica di un “cambio di passo”, anche in termini di velocità nell’attuazione delle riforme più strategiche, realizzabile anche attraverso una maggiore apertura verso le nuove generazioni in un’ottica di dialogo e di interazione positiva con l’attuale classe dirigente politica e non solo. 

 

La Sagrada Famìlia avrà tutte le guglie

La Sagrada Famìlia a Barcellona è in fase di completamento.

A un secolo dalla morte di Antoni Gaudì, la monumentale architettura religiosa verrà completata e sarà la più alta di Europa.

Si stanno terminando sei nuove guglie, una delle quali accoglierà una grande Croce.

Forse il maestro catalano avrebbe gradito un’opera infinita, destinata a rimanere aperta, con una morfologia poetica seg... (leggi tutto)

La scuola non orienta

Uno dei problemi più importanti della scuola riguarda la formazione e la sensibilità pedagogica di molti insegnanti.

Grande attenzione deve essere data ai tratti della personalità degli studenti, alla loro capacità critica, ai livelli di consapevolezza, ai manifestati interessi, alla qualità delle relazioni.

Con ciò la scuola deve essere in grado di cogliere le attitudini ed orientare compiutamente per le prospettive future di studio e di ... (leggi tutto)

Il progresso tecnologico non si può fermare

Tendiamo, di norma, a ritenere che le scoperte scientifiche rappresentino una delle cau­se dello sviluppo tecnologico: nel momento in cui la fisica e la chimica migliorano, gli inventori possono progettare nuovi prodotti e materiali. Ma è vero anche il contrario: quan­to più gli scienziati sono messi in condizioni di avere strumenti migliori (frutto del lavoro di abili artigiani), tanto più essi possono migliorare le proprie conoscenze, il che a sua volta condurrà ad altri progressi tecnologici. Ciò crea un circolo v... (leggi tutto)

Meglio la dea bendata che la giustizia

Michele Ainis si è chiesto se sarebbe stato meglio sorteggiare i giudici costituzionali che eleggerli dopo trentuno sedute del Parlamento.

Un importante giurista parigino, Jacques Charpentier (1881-1974), fu attirato dall’idea del legame tra il caso e il diritto, con la provocazione di una sorta di lotteria della giustizia che ne rimpiazzasse gli apparati.

 

Un milione di profughi

Secondo l’OIM più di un milione di migranti ha raggiunto l’Europa nel 2015, quattro volte quanti ne sono arrivati nel 2014. Oltre la metà proviene dalla Siria. Gli altri sono afghani, iracheni, eritrei; gran parte hanno seguito la rotta che dalla Turchia porta in Grecia.

L’Italia è il secondo Paese dopo la Grecia per numero di sbarchi nel 2015 (150.317 contro gli 821.008 registrati ad Atene, di cui almeno l’80 per cento provenienti dalla Libia).

... (leggi tutto)