Area Riservata |

Riscriviamo tutti assieme le regole del nostro Paese

Siamo un Movimento per l'evoluzione e lo sviluppo del nostro Paese

Partecipa al cambiamento

 

Le Professioni per l'Italia è un movimento politico di professionisti e competenze eccellenti che si mette a disposizione del cittadino per portare al Governo i progetti per attivare l'Italia!

Le Professioni per l'Italia è un movimento politico

       -    apartitico, sostiene i partiti che presentano i progetti

       -    nazionale, presente con organizzazioni regionali

       -    nuovo, perchè non è legato al vecchio modo di fare politica

       -    innovativo nelle idee e negli strumenti

       -    concreto, perchè si basa su progetti concreti

       -    partecipativo al cambiamento e all'evoluzione del Paese

 

Ci rivolgiamo a tutti i cittadini per stimolarli e coinvolgerli. Affinchè possano essere loro la fucina delle idee del movimento

 

Partecipa al cambiamento ed all'evoluzione dell'Italia, non lasciare che altri scelgano per Te.


NOTIZIE

Attiviamoci per rilanciare i settori strategici del Paese

Oltre un centinaio di aderenti al movimento Le Professioni per l’Italia si sono dati appuntamento il 20 maggio al Centro Congressi dell’Unione Industriale di Torino, in occasione del convegno “Impresa e Professioni - Progetti e Proposte per rilanciare i settori strategici del Paese”, per discutere sulle 8 proposte d’azione “per attivare l'Italia”, lanciate dai promotori, da portare all’attenzione del Governo nazionale. Molto apprezzato l’intervento dell’Avv. Maurizio De Tilla, presidente di LPI, che ha ricordato con toni appassionati il ruolo fondamentale per il rilancio del sistema Paese delle “professioni” e, più in generale, della “classe media” imprenditoriale, portatrice di esperienze e competenze indispensabile per superare l’attuale crisi nazionale. Tra gli altri interventi, moderati dal giornalista-saggista Lorenzo Del Boca, da segnalare quello di Agostino Ghiglia, assessore alla Ricerca e Innovazione della Regione Piemonte che ha anche portato il saluto della Giunta regionale, dell'Avv. Mauro Ferrari, presidente Area Componentistica ANFIA, del consigliere del Ministro delle Infrastrutture Bartolomeo Giachino e dell’Ing. Pierluigi Biondi di Magneti Marelli. Applauditissimo l’intervento finale del Dott. Marco Petrone, presidente di TSP Association, che ha rimarcato la necessità storica di un “cambio di passo”, anche in termini di velocità nell’attuazione delle riforme più strategiche, realizzabile anche attraverso una maggiore apertura verso le nuove generazioni in un’ottica di dialogo e di interazione positiva con l’attuale classe dirigente politica e non solo. 

 

Cinque nuovi testi unici

Cinque nuovi testi unici

Per la razionalizzazione delle leggi si possono allestire testi unici. Ne sono stati proposti ben cinque su lavoro, appalti pubblici, pubblico impiego, società partecipate e servizi pubblici. Siffatta semplificazione gioverà non poco alla lettura delle norme non più disseminate in diverse sedi normative.

Il programma di semplificazione si estende inoltre ad un PIN unico e all’Anagrafe nazionale,... (leggi tutto)

Effluvio di domande per la messa alla prova

Effluvio di domande per la messa alla prova

Gli imputati giocano la carta della messa alla prova per sospendere il processo e ottenere l’estinzione del reato.

Sono quasi cinquemila le istanze pervenute sui tavoli degli uffici di esecuzione penale esterne (Uepe). La maggior parte delle istanze è all’esame degli assistenti sociali, incaricati di elaborare i programmi e di individuare le strutture per i lavori di pubblica utilità.

... (leggi tutto)

I limiti invalicabili del Capo dello Stato

I limiti invalicabili del Capo dello Stato

In un articolo del 2008 Sergio Mattarella sposava la tesi del suo maestro Leopoldo Elia sul ruolo del Capo dello Stato. Quell’articolo può fungere da linea guida del suo Settennato.

Fuori dalle grandi crisi, il Presidente della Repubblica deve in ogni suo atto procedere in collaborazione col governo, lasciando la decisione finale a chi porta la responsabilità degli atti presidenziali.

... (leggi tutto)

Etica e Casse professionali

Etica e Casse professionali

 

 

 

 

Troppe inchieste giudiziarie sulle Casse professionali. L’offensiva della magistratura accompagna quella della politica che mostra sempre di più la sua attenzione famelica sui patrimoni delle Casse e sui risparmi presidenziali dei professionisti italiani. Adesso ne hanno inventata un&rsq... (leggi tutto)

Spese condivise per i giudici di pace

Spese condivise per i giudici di pace

Parte dei giudici di pace sono stati salvati dalla soppressione. Le spese della gestione telematica sono ripartite a metà tra il Ministero della Giustizia e gli enti locali. Anche se sarebbe più giusto che fossero interamente accollate al Ministero.

Il problema della informatizzazione degli uffici giudiziari è all’ordine del giorno. E la sua implementazione è uno dei problemi principali p... (leggi tutto)