Area Riservata |

Riscriviamo tutti assieme le regole del nostro Paese

Siamo un Movimento per l'evoluzione e lo sviluppo del nostro Paese

Partecipa al cambiamento

 

Le Professioni per l'Italia è un movimento politico di professionisti e competenze eccellenti che si mette a disposizione del cittadino per portare al Governo i progetti per attivare l'Italia!

Le Professioni per l'Italia è un movimento politico

       -    apartitico, sostiene i partiti che presentano i progetti

       -    nazionale, presente con organizzazioni regionali

       -    nuovo, perchè non è legato al vecchio modo di fare politica

       -    innovativo nelle idee e negli strumenti

       -    concreto, perchè si basa su progetti concreti

       -    partecipativo al cambiamento e all'evoluzione del Paese

 

Ci rivolgiamo a tutti i cittadini per stimolarli e coinvolgerli. Affinchè possano essere loro la fucina delle idee del movimento

 

Partecipa al cambiamento ed all'evoluzione dell'Italia, non lasciare che altri scelgano per Te.


NOTIZIE

Attiviamoci per rilanciare i settori strategici del Paese

Oltre un centinaio di aderenti al movimento Le Professioni per l’Italia si sono dati appuntamento il 20 maggio al Centro Congressi dell’Unione Industriale di Torino, in occasione del convegno “Impresa e Professioni - Progetti e Proposte per rilanciare i settori strategici del Paese”, per discutere sulle 8 proposte d’azione “per attivare l'Italia”, lanciate dai promotori, da portare all’attenzione del Governo nazionale. Molto apprezzato l’intervento dell’Avv. Maurizio De Tilla, presidente di LPI, che ha ricordato con toni appassionati il ruolo fondamentale per il rilancio del sistema Paese delle “professioni” e, più in generale, della “classe media” imprenditoriale, portatrice di esperienze e competenze indispensabile per superare l’attuale crisi nazionale. Tra gli altri interventi, moderati dal giornalista-saggista Lorenzo Del Boca, da segnalare quello di Agostino Ghiglia, assessore alla Ricerca e Innovazione della Regione Piemonte che ha anche portato il saluto della Giunta regionale, dell'Avv. Mauro Ferrari, presidente Area Componentistica ANFIA, del consigliere del Ministro delle Infrastrutture Bartolomeo Giachino e dell’Ing. Pierluigi Biondi di Magneti Marelli. Applauditissimo l’intervento finale del Dott. Marco Petrone, presidente di TSP Association, che ha rimarcato la necessità storica di un “cambio di passo”, anche in termini di velocità nell’attuazione delle riforme più strategiche, realizzabile anche attraverso una maggiore apertura verso le nuove generazioni in un’ottica di dialogo e di interazione positiva con l’attuale classe dirigente politica e non solo. 

 

Forte dissenso per lo stop ai T.A.R.

Forte dissenso per lo stop ai T.A.R.

Coro di no per lo stop ai TAR. Le Sezioni distaccate funzionavano molto bene ed evitavano forti distanze e inefficienti concentrazioni.

Anche qui (come per le sezioni distaccate dei tribunali ordinari) si è preferita la opzione di risparmio della spesa all’efficacia della giustizia amministrativa per i cittadini e per il territorio.

Si risparmia solo (e in alcuni casi n... (leggi tutto)

Processo telematico in tilt. Chiesto il deposito di “copie di cortesia”

Processo telematico in tilt.  Chiesto il deposito di “copie di cortesia”

La rivoluzione web nella giustizia è ancora allo stadio primordiale.

Fortunatamente al Ministero si sono convinti che il processo telematico poteva iniziare solo con modalità ridotte e con approccio soft. Per il momento si è partiti solo con la presentazione dei decreti ingiuntivi (l’opposizione è in formato cartaceo). Le memorie sono previste telematicamente solo per i nuovi processi e n... (leggi tutto)

I ritardi dei Tribunali delle imprese

I ritardi dei Tribunali delle imprese

Il Tribunale delle imprese è stato sbandierato come grande obiettivo dai precedenti Governi, ma si è rivelato un flop. Come ha puntualmente dichiarato il Presidente della Corte di Cassazione nell’ultima relazione di inaugurazione dell’anno giudiziario, pochi sono i processi portati a termine e grandi sono le difficoltà di strutturare le sezioni ed acquisire forti professionalità.

L&... (leggi tutto)

Buona la scelta per un Tribunale unico per i problemi della famiglia e delle persone

Buona la scelta per un Tribunale unico  per i problemi della famiglia e delle persone

Diritto di famiglia, dei minori e delle persone. Uniti nella giurisdizione con la istituzione di un Tribunale specializzato (omnia-comprensivo).

Finalmente separazioni, divorzi, figli minori, adozioni vanno in un’unica struttura organizzativa nella quale far confluire le professionalità che si sono formate nelle diverse esperienze.

Oggi la materia è spezzettata t... (leggi tutto)

L’utopia di Renzi. Processo civile in un anno

L’utopia di Renzi. Processo civile in un anno

Tutto è possibile realizzare nella giustizia civile. Ma senza annunci. Basta una forte determinazione che porti ad atti positivi concreti. Va aggiunta la conoscenza approfondita di ogni singolo risvolto della situazione dell’apparato giudiziario. Mancano risorse economiche (vi sono anche molti sprechi), mancano almeno 3000 giudici togati, mancano strutture adeguate, l’ufficio del processo è un alto mare, il processo telematico è... (leggi tutto)