Area Riservata |

Riscriviamo tutti assieme le regole del nostro Paese

Siamo un Movimento per l'evoluzione e lo sviluppo del nostro Paese

Partecipa al cambiamento

 

Le Professioni per l'Italia è un movimento politico di professionisti e competenze eccellenti che si mette a disposizione del cittadino per portare al Governo i progetti per attivare l'Italia!

Le Professioni per l'Italia è un movimento politico

       -    apartitico, sostiene i partiti che presentano i progetti

       -    nazionale, presente con organizzazioni regionali

       -    nuovo, perchè non è legato al vecchio modo di fare politica

       -    innovativo nelle idee e negli strumenti

       -    concreto, perchè si basa su progetti concreti

       -    partecipativo al cambiamento e all'evoluzione del Paese

 

Ci rivolgiamo a tutti i cittadini per stimolarli e coinvolgerli. Affinchè possano essere loro la fucina delle idee del movimento

 

Partecipa al cambiamento ed all'evoluzione dell'Italia, non lasciare che altri scelgano per Te.


NOTIZIE

Attiviamoci per rilanciare i settori strategici del Paese

Oltre un centinaio di aderenti al movimento Le Professioni per l’Italia si sono dati appuntamento il 20 maggio al Centro Congressi dell’Unione Industriale di Torino, in occasione del convegno “Impresa e Professioni - Progetti e Proposte per rilanciare i settori strategici del Paese”, per discutere sulle 8 proposte d’azione “per attivare l'Italia”, lanciate dai promotori, da portare all’attenzione del Governo nazionale. Molto apprezzato l’intervento dell’Avv. Maurizio De Tilla, presidente di LPI, che ha ricordato con toni appassionati il ruolo fondamentale per il rilancio del sistema Paese delle “professioni” e, più in generale, della “classe media” imprenditoriale, portatrice di esperienze e competenze indispensabile per superare l’attuale crisi nazionale. Tra gli altri interventi, moderati dal giornalista-saggista Lorenzo Del Boca, da segnalare quello di Agostino Ghiglia, assessore alla Ricerca e Innovazione della Regione Piemonte che ha anche portato il saluto della Giunta regionale, dell'Avv. Mauro Ferrari, presidente Area Componentistica ANFIA, del consigliere del Ministro delle Infrastrutture Bartolomeo Giachino e dell’Ing. Pierluigi Biondi di Magneti Marelli. Applauditissimo l’intervento finale del Dott. Marco Petrone, presidente di TSP Association, che ha rimarcato la necessità storica di un “cambio di passo”, anche in termini di velocità nell’attuazione delle riforme più strategiche, realizzabile anche attraverso una maggiore apertura verso le nuove generazioni in un’ottica di dialogo e di interazione positiva con l’attuale classe dirigente politica e non solo. 

 

Non è più una giustizia per poveri

Non è più una giustizia per poveri

Il gratuito patrocinio c’è solo sulla carta ma non nei fatti.

Risulta quasi del tutto disatteso l’art. 24 della Costituzione che impone di garantire il diritto di difesa anche a coloro che non possono permettersi di pagare un avvocato difensore.

Lo Stato non è, infatti, in grado di sostenere la ingente spesa.

Si consi... (leggi tutto)

Spot e flop della legge anticorruzione

Spot e flop della legge anticorruzione

Molti sostengono a ragione che la corruzione non si combatte con nuove leggi, ma con la estirpazione dalla politica e dalla burocrazia del cancro degli affari e della predazione del denaro pubblico.

È questo un male che sta diventando endemico e che allontana gli italiani dal voto e dai partiti.

In politica appare necessaria una vera “catarsi” che deve portare al ... (leggi tutto)

La fatturazione elettronica è obbligatoria per le Pubbliche Amministrazioni e per gli Ordini professionali

La fatturazione elettronica è obbligatoria  per le Pubbliche Amministrazioni e per gli Ordini professionali

La obbligatorietà della fattura elettronica, che è entrata in vigore dal 31 marzo, riguarda tutte le Pubbliche Amministrazioni e, quindi, non solo lo Stato, le Regioni, i Comuni, ma anche autorità autonome, università, camere di commercio, ASL, ordini professionali, etc.

Gli ordini professionali sono inclusi nella fatturazione elettronica in quanto enti pubblici non economici.

... (leggi tutto)

La “droga” del lavoro per i professionisti fa bene?

La “droga” del lavoro per i professionisti fa bene?

Ci sono professionisti disoccupati e precari. Allo stesso tempo ci sono altri professionisti che eccedono nel lavoro, tanto più oggi che la redditività del lavoro è diminuita.

Trattandosi di professioni intellettuali l’eccesso di lavoro è sia in quantità sia, e principalmente, in qualità. Ma non bisogna trascurare che i risultati migliori si ottengono con il c.d. work life b... (leggi tutto)

Il mercato della fecondazione eterologa

Anche se è limitata la loro disponibilità, la donazione degli ovociti deve avvenire gratuitamente. Non bisogna, infatti, riconoscere soldi alle donne che donano.

Ciò contrasta con le ragioni etiche e giuridiche fondamentali che ruotano intorno al principio della non commerciabilità del corpo umano, in toto o nelle sue singole parti. Concetto che è statuito in modo inequivocabile nella Carta dei diritti fondamentali UE, nella Convenzione di Oviedo sulla biomedicina e, con riferimento ai... (leggi tutto)